3706 recensioni a vostra disposizione!
   
 
 

LA GRANDE ABBUFFATA
(LA GRANDE BOUFFE)
Film con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggioFilm con lo stesso punteggio
  Stampa questa scheda Data della recensione: 10 maggio 1974
 
di Marco Ferreri, con Marcello Mastroianni, Ugo Tognazzi, Michel Piccoli, Philippe Noiret, Andréa Ferréol (Francia - Italia, 1973)
Cinema dell'intelligenza, del controllo degli effetti sullo spettatore spinto ad un limite finora mai raggiunto.

Marco Ferreri segue da sempre questa strada. La provocazione, sul piano delle idee e della forma, per condurre lo spettatore alla esasperazione. Se questa volta una sua opera ha avuto un successo enorme di pubblico è perché Ferreri ha usato gli elementi che il pubblico maggiormente insegue. Ma chi accorre al film per godersi uno spettacolo comico, o scurrile, o pornografico si disilluda: LA GRANDE ABBUFFATA è un'opera tragica e crudele, austera, a perfetta somiglianza del ragionamento freddo e calcolato del proprio autore

L'allegoria è evidente: il suicidio per eccesso di ingordigia (se così può essere chiamata l'angosciosa autodistruzione dei protagonisti) è quello della nostra società capitalistica. Nella villa isolata dall'indifferenza del centro di Parigi, nel suo parco decadente e bello, nulla si scompone, pur negli istanti del disfacimento totale. Soli assistono, distaccati e consapevoli, i cani: che si faranno più vicini soltanto nell'ultima sequenza, splendidamente significativa. Ferreri è riuscito a dipingere questo quadro terribile e profetico grazie alla freddezza di una intelligenza cinematografica che vanta pochi altri confronti. Nella apparente trascuratezza del linguaggio registico sta al contrario un disegno preciso, una autocensura implacabile, una volontà precisa di portare a termine un discorso altrettanto privo di compromessi.


   Il film in Internet (Google)

Per informazioni o commenti: info@films*TOGLIEREQUESTO*elezione.ch

 
 
Elenco in ordine


Ricerca






capolavoro


da vedere assolutamente


da vedere


da vedere eventualmente


da evitare

© Copyright Fabio Fumagalli 2020